BIBBIA E IGIENE
   

Diverse regole igieniche, tuttora validissime, sono contenute nel Pentateuco, scritto da Mosè in un tempo in cui gli Egiziani, famosi medici, usavano mettere sterco d'asino sulle ferite, provocando il tetano

Oggi, sappiamo che le malattie si possono prevenire con sane abitudini di vita e di alimentazione. Diverse regole igieniche, tuttora validissime, sono contenute nel Pentateuco, scritto da Mosè in un tempo in cui, come abbiamo visto, gli Egiziani, famosi medici, usavano mettere sterco d'asino sulle ferite, provocando il tetano. A noi sembrano principi scontati, ma "purtroppo non è così dovunque, e non è stato così nel nostro mondo sino alla fine dell'Ottocento. Il famoso Re Sole, come tutti i suoi cortigiani, si aspergeva di profumi per rendersi sopportabile; l'uso dell'acqua era raro a quei tempi; Torquato Tasso, tra i massimi poeti italiani del Seicento, ha scritto addirittura un poemetto con l'intento di ridicolizzare coloro che facevano spesso uso d'acqua. Ancora nella prima metà dell'Ottocento, i chirurghi di tutta l'Europa, non ritenevano necessario lavarsi le mani tra un intervento e l'altro." (R. Rizzo, "La Buona Notizia" - Ed. ADV, Falciani/FI - pag. 163). Nel Pentateuco, invece, siamo colpiti dal grande uso di acqua e lavaggi che Dio ordina, e dalla pulizia in ogni settore della vita comunitaria e personale (tali principi sono presentati sotto forma di leggi che hanno un doppio significato: spirituale ed igienico):

 
Lavaggi per malati e per coloro che venivano in contatto con essi, con i loro indumenti od oggetti toccati da persone infette o donne mestruate.
Levitico cap. 15
Prevenzione del contagio da lebbra.
Levitico cap. 13-14
Ordine tassativo di fare i propri bisogni corporali fuori dal campo e di sotterrarli mediante una pala
Deuteronomio 23:12-14
Lavaggi personali e di vestiti per svariati motivi, come il contatto con un cadavere, e severe regole igieniche per tutto ciò che veniva in contatto con qualche animale morto
Levitico 11:32-38
Obbligo di bruciare e non mangiare assolutamente la carne di sacrifici (che serviva come nutrimento per i sacerdoti) avanzata il terzo giorno
Levitico 19:5-7
La circoncisione di ogni nato maschio l'ottavo giorno dalla nascita, che facilitava l'igiene dell'apparato genitale maschile, in un mondo antico ovviamente privo di acqua corrente.
Genesi 17:9-14
Lavaggi per ambedue i coniugi che avevano avuto rapporti sessuali.
Levitico 15:18
Astensione da rapporti con donne mestruate .
Levitico 18:19
Norme di impurità rituale dopo il parto .
Levitico cap. 12
Condanna delle relazioni illecite e contro natura, che erano ampiamente praticate dalle nazioni pagane, nella terra di Canaan .
Levitico cap. 18
Norme per evitare il contagio di malattie sessuali, quali la gonorrea .
Levitico cap. 15
   
Questo sito è prodotto dalla Chiesa Cristiana Evangelica dei Fratelli di Via D. Minichini n° 17 - 80147 Napoli
 
HOME - STUDI I CONTATTI - GRATIS -- ATTUALITA' - GALLERIA -- E-MAIL - INTRO