AMICI DI GESU' - VERSOLAVITA

VERSOLAVITA
CHIESA CRISTIANA EVANGELICA dei Fratelli
Via Domenico Minichini 17-80147 Napoli (quartiere di Barra)
VERSOLAVITA
Vai ai contenuti
Amici di Gesù - di Alfonso Quadro

1. Introduzione
Giovanni 15:12 «Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi. 13 Nessuno ha amore più grande di quello di dar la sua vita per i suoi amici. 14 Voi siete miei amici, se fate le cose che io vi comando. 15 Io non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo signore; ma vi ho chiamati amici, perché vi ho fatto conoscere tutte le cose che ho udite dal Padre mio. 16 Non siete voi che avete scelto me, ma sono io che ho scelto voi, e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; affinché tutto quello che chiederete al Padre, nel mio nome, egli ve lo dia. 17 Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri.
Siamo ormai negli ultimi giorni di vita di Gesù .
Gesù e i Suoi discepoli sono radunati per l’ultima cena pasquale.
Gesù, inoltre, parla loro delle ragioni della Sua partenza e promette loro che riceveranno lo Spirito Santo. Ormai i discepoli incominciano a capire che quelle ore ormai sono le ultime vissute con Gesù ed è proprio a questo punto che Gesù riscalda il cuore dei Suoi discepoli e li rincuora dicendo loro “Voi siete miei amici”
2. L'amicizia
Quante delusioni abbiamo avuto da persone che credevamo amici e che poi si sono rilevate nemiche. L’amicizia è una cosa rara anzi se non ha certi presupposti è una falsa amicizia fatta solo di interessi e di convenienza.
In questo mondo di individualismo è una cosa rarissima , in effetti ognuno pensa ai fatti e interessi propri , siamo in pratica tutti dei calcolatori e ci facciamo prima i conti se ci conviene o no quell’amico e quali benefici possiamo tranne.
L’amicizia, quella autentica, è una cosa rara e preziosa.
Si, è davvero fra i tesori più grandi, “ chi trova un’amico trova un tesoro”.
La vera amicizia è basata sul rapporto tra persone delle quali si possa sempre contare, di confidenti che sappiano tutto di noi e che pure continuino ad amarci e a prendersi cura di noi !
Ma che cosa è in effetti l’amicizia. ?
Secondo il dizionario italiano : “ Essa è una realazione sociale basata su affinità di idee e reciproca stima.”Ma , parliamoci chiaro , questa amicizia umana è tutta una farsa , è tutto un compromesso , buon viso a cattivo gioco .
3.Oltre ogni rapporto
In pratica in ogni rapporto umano di oggi, si cerca di stabilire l’amicizia , ma è difficile. Nei rapporti di parentela , è difficile , ad esempio , trovare ungenitore e un figlio che sono amici. La parentela , molte volte , è un rapporto freddo , fatto di rispetto e regole ben definite.
I tentativi di abbattere questi ostacoli oggi sono molteplici.Oggi , tempi moderini , gli specialiste dell’educazione invogliano a trasformare i rapporti di parentela in rapporti di amicizia, i vantaggi sono enormi , finalmente un genitore riesce a capire i bisogni dei figli, altrettanto i figli riescono a capire le apprensioni dei genitori, in pratica si cerca di stabilire questo rapporto in un vincolo di collaborazione e non di ruoli definiti e distaccati. Questa trasformazione sta coinvolgento ogni sfera di vita sociale, la parola d’ordine è incrementare l’amicizia , la collaborazione spontanea ed abbattere ogni barriera di impedimento.
Nelle scuole il rapporto tra alunno e insegnante si trasforma in amicizia e questo da luogo a una forma di collaborazione tra alunni , insegnanti , genitori , tutto questo dà corpo a ottimo risultati.q In campo lavorativo si abbattono le funzioni del capo e si creano rapporti di collaborazione tra amici e non più tra dipendente e capo dando luogo a una produttività enorme Esiste ad esempio , in Norvegia, un’orchestra unica composta di molti elementi , un centinaio, ed ha una caratteristica unica.( suonano senza direttore d’orchestra, cosa impensabile fino a pochi anni fa e questo per dimostrare praticamete che ci si può coordinare anche senza capo , in questo caso il direttore d’orchestra ) Il rapporto che esiste tra loro è di una stima reciproca ….. tutti sanno contare sul loro collega …..e tutti hanno fiducia tra loro…
MA E’ SOLO UN ESPERIMENTO E NON SI SA’ QUANDO DURERA’ Anche in campo religioso esiste lo stesso problema.

Un Dio lassù e l’uomo quaggiù , un distacco abissale e allora si incrementano dei mezzi per avvicinare l’uomo a Dio . Uno di questi mezzi è proprio l’investitura di SANTI , uomini che hanno un piede di qua e un altro di là. Ma In tutto questo vi è in ogni caso una classificazione netta dei ruoli e tutti i tentativi inizialmente positivi poi falliscono o diventano inutili. Ma può esistere una vera e duratura amicizia come quella indicataci da Gesù .
4.La vera amicizia
Quando Gesù chiamò i discepoli con l’appellativo “ vers, 14 Voi siete miei amici….” Poco prima indicò una premessa per realizzare LA VERA AMICIZIA. Gesù stesso disse ai discepoli prima di chiamarli “ AMICI “ “Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (vers.12), La base , la sostanza di questa vera amicizia è L’AMORE.
5. L'amore
“ QUESTO E’ IL MIO COMANDAMENTO “ CHE VI AMIATE “ . Ma chi produce questo amore veritiero ? Dobbiamo ringraziare Dio , il nostro padre celeste , che questo amore è il suo , che ci ha elargito e donato nei nostri cuori ed è il prodotto dello Spirito santo.Galati 5:22 Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo;Senza questa base non vi è la vera amicizia.·QUESTO AMORE è l’amore di Dio che ci ha donato quando abbiamo creduto in lui.· QUESTO AMORE produce e conserva l’amicizia. · QUESTO AMORE NON è più un’emozione passeggera, di sentimentalismo, e neanche solo di una “simpatia”. · QUESTO AMORE è la forza che tiene incollato ogni NOSTRO RAPPORTO.Grazie a questo AMORE possiamo amare in modo meraviglioso e veritiero perché abbiamo l’amore di Dio . Guai ad amare con i nostri sentimenti , sarebbe il fallimento totale .La vera amicizia , dunque è basata su questo amore , l’amore di Dio che ha messo nei nostri cuori.E…….Questa amicizia ci ha avvicinati a lui e ha avvicinato noi.Non esiste più l’uomo quaggiù e Dio lassù , le distanze sono annullate in Cristo Gesù. Gesù è il Re dei re ed il Signore dei Signori, il Sovrano, eppure fra di Lui e noi vi è un’ amicizia, non soggezione.
TUTTE LE BARRIERE CHE POTEVANO OSTACOLARE QUESTO RAPPORTO SONO STATE ABBATTUTE .
Questo concetto Gesù lo mette bene in evidenza nel passo che abbiamo letto:“Io non vi chiamo più servi, perché il servo non sa ciò che fa il suo padrone” (vers. 15). Gesù ha cancellato ha abbattuto ogni barriera che potesse ostacolare il rapporto di una profonda e duratura amicizia tra lui e noi. Noi siamo gli amici di Gesù. ….Che grande privilegio. NON SIAMO PIÙ SCHIAVI , DIPENDENTI , STUDENTI O CLIENTI , MA SIAMO GLI AMICI DI GESÙ.
Uno schiavo si compra , un dipendente lo si assume , un studente lo si accaparra.
UN AMICO SI SCEGLIE , e Gesù ha scelto noi come amici.
6. Il nostro amico Gesù.
Gesù è il nostro amico per eccellenza , la perfezione , Egli è sempre li . pronto a comprendere le nostre debolezze , chiude un occhio e cerca di non vedere i nostri errori nei suoi confronti. Egli è sempre li . pronto e Si fa in quattro per risolvere ogni nostro problema , per sorreggerci e confortarci nei momenti difficili. Egli è sempre li . pronto ad ascoltare le nostre lunghe lagne , i nostri pensieri , i nostri punti di vista , Egli è sempre li . pronto a darci il consiglio buono al momento opportuno. Egli è sempre li . pronto a tante cose che sperimentiamo continuatamente nella nostra vita.
INSOMMA E’ VERAMENTE IL VERO TESORO.O SIGNORE GRAZIE DI TUTTO QUESTO.Ma noi dimostriamo di aver capito tutto questo ?
7.Conclusioni.
Anche noi dobbiamo provare, dimostrare, di averlo capito la vera e unica amicizia di Gesù. GESU’ CI ORDINA E PRETENDE IL CONTRACAMBIO
VERS. 14 Voi siete miei amici, …….. se fate le cose che io vi comando.
NON BASTA DIRE DI ESSERE AMICI DI GESÙ, BISOGNA DIMOSTRARLO.
Siamo veramente amici di Gesù in tutto e per tutto ? Se queste domande sono affermative , allora siamo pronti anche ad Essere amici dei nostri fratelli. Proverbi. 18:24 dice: “L'uomo che ha molti amici deve pure mostrarsi amico” L’insegnamento di Gesù è chiaro, la vera amicizia dimostrata si deve esprimere : DOBBIAMO IMPARARE A: Comprendere le debolezze dei nostri fratelli, chiudere un occhio e cercare di non vedere gli errori nei nostri confronti. Farci in quattro per risolvere ogni problema per un nostro fratello. Sorreggerci e confortarci nei momenti difficili. Saper ascoltare le lunghe lagne , i pensieri , i punti di vista . Dare il consiglio buono al momento opportuno. E tante altre cose che sperimentiamo continuatamente nella nostra vita. L’amicizia va coltivata. Sembrano osservazioni banali, scontate, ma le mettiamo in pratica? Essere amici di Gesù , dei miei fratelli significa spendere del tempo , implica impegno. Impariamo ad apprezzare nella notra vita l’amicizia, che Gesù ci ha accordato nella nostra vita e mettiamola in pratica nella Chiesa chiedendo a Dio di darci la sapienza e l’umiltà per imparare A METTERLA IN PRATICA.
www.versolavita.it
Questo sito è prodotto dalla Chiesa Cristiana Evangelica - via Domenico Minichini 17 - 80147 Napoli
DATA DELLA PRIMA PUBBLICAZIONE GENNAIO 2004
Torna ai contenuti