GESÙ E IL TEMPIO DI GERUSALEMME - VERSOLAVITA

VERSOLAVITA
CHIESA CRISTIANA EVANGELICA dei Fratelli
Via Domenico Minichino 17-80147 Napoli (quartiere di Barra)
VERSOLAVITA
Vai ai contenuti
GESÙ E IL TEMPIO DI GERUSALEMME
Di Alfonso Quadro

Giovanni 2:13 La Pasqua Dei Giudei Era Vicina E Gesù Salì A Gerusalemme. 14 Trovò Nel Tempio Quelli Che Vendevano Buoi, Pecore, Colombi, E I Cambiavalute Seduti. 15 Fatta Una Sferza Di Cordicelle, Scacciò Tutti Fuori Dal Tempio, Pecore E Buoi; Sparpagliò Il Denaro Dei Cambiavalute, Rovesciò Le Tavole, 16 E A Quelli Che Vendevano I Colombi Disse: «Portate Via Di Qui Queste Cose; Smettete Di Fare Della Casa Del Padre Mio Una Casa Di Mercato». 17 E I Suoi Discepoli Si Ricordarono Che Sta Scritto:«Lo Zelo Per La Tua Casa Mi Consuma». 18 I Giudei Allora Presero A Dirgli: «Quale Segno Miracoloso Ci Mostri Per Fare Queste Cose?» 19 Gesù Rispose Loro: «Distruggete Questo Tempio, E In Tre Giorni Lo Farò Risorgere!» 20 Allora I Giudei Dissero: «Quarantasei Anni È Durata La Costruzione Di Questo Tempio E Tu Lo Faresti Risorgere In Tre Giorni?» 21 Ma Egli Parlava Del Tempio Del Suo Corpo. 22 Quando Dunque Fu Risorto Dai Morti, I Suoi Discepoli Si Ricordarono Che Egli Aveva Detto Questo; E Credettero Alla Scrittura E Alla Parola Che Gesù Aveva Detta.



La promessa di Gesù si avverrò veramente…..

  • egli fece risorgere il tempio in tre giorni …..
  • lo fece , naturalmente , meglio del precedente .
  • questo tempio esiste ancora oggi .
  • Per mille anni però questo tempio scomparirà per far posto ad un altro tempio….
  • E….. poi  risorgerà di nuovo per essere visibile in eterno.

QUESTO TEMPIO A CUI ALLUDEVA GESU’ ERA LA CHIESA
I sacerdoti che ascoltarono non capirono la promessa di Gesù , per essi il tempio era quello che vedevano con i loro occhi …. Un tempio fatto di pietre , marmi ,  oro e argento
Quello era il tempio di Salomone anzi il tempio di Zarobabele.

Il TEMPIO
INFATTI IL PRIMO TEMPIO ,Oltre alle testimonianze della Bibbia vi sono anche altre  testimonianze, riguardo il tempio di personaggi del tempo tra cui Giuseppe Flavio che conosceva bene il tempio e lo ha descritto un in particolare in diversi sui scritti, quello di Salomone , fu distrutto dai Babilonesi nel 587  a.c. ,

QUESTO SECONDO TEMPIO
  • quello in cui si recava Gesù era stato ricostruito al ritorno dall’esilio in Babilonia.
  • I lavori incominciarono nel 537 a.c. e si protassero fino al 20 a.c.
  • era molto più bello e lo spazio era il doppio di quello di Salomone.
  • Era costruito con pietre ricoperte di oro legni pregiati ricoperti di oro e argento , il pavimento era di legno pregiato.

PERCHE’  FU COSTRUITO IL TEMPIO ?
Quando Dio ha voluto scegliersi un popolo gli ha donato  anche una legge questa legge.
La legge era custodita nell’ Arca e intorno ad essa fu costruito il tabernacolo, un edificio sacro fatto di stoffa del legno. Il tabernacolo era smontabile ed era trasportato nel deserto.
Quando però il popolo di Israele si è stabilito a Gerusalemme il re Salomone costrui’il il primo tempio.
Nel tabernacolo di sacerdote era in presenza di Dio e questo era l'unico luogo in cui l'uomo poteva dialogare.
Il tempio è stato la sostituzione del tabernacolo e in luogo Santissimo il sacerdote lodava della presenza di Dio.
Dio si è sempre preoccupato di creare un luogo fisico in cui vi era la sua presenza , prima di tabernacolo poi il tempio e quando Gesù predisse che ricostruiva il tempio in tre giorni alludeva al ad un non luogo in cui vi era la sua presenza, non dimentichiamoci che tempio fu distrutto per la terza volta dai romani nella 70 d.C. e in sostituzione del luogo Santissimo ove vi era la sua presenza nacque la Chiesa.
Più volte dopo la morte di Gesù si è tentato di ricostruire il tempio ma...
Proprio Gesù usa un’immagine particolare  per descrivere la Chiesa.
E’ quella di un edificio , una costruzione. Questa idea di Chiesa come edificio ricorre anche in altri brani della Scrittura:
" Noi Siamo Infatti Collaboratori Di Dio; Voi Siete Il Campo Di Dio, L'edificio Di Dio" (1 Co. 3:9).
"…Su Cui Tutto L'edificio Ben Collegato Cresce Per Essere Un Tempio Santo Nel Signore, Nel Quale Anche Voi Siete Insieme Edificati Per Essere Una Dimora Di Dio Nello Spirito" (Ef. 2:21,22).
Per costruire un edificio comporta un committente, un progettista, un costruttore, un fondamento, una struttura, gente che lo abiti, una funzione principale che le sia propria.

IL COSTRUTTORE
L'idea della Chiesa è di Dio, dunque. Il committente della vera Chiesa è Dio. Il progetto della Chiesa è di Dio. Chi, però, ne è "il costruttore", …l'impresa costruttrice?
Chiunque può costruirla a suo piacimento? No.
Nel nostro testo di Matteo Gesù dice:
"Sopra Questa Roccia Io Edificherò La Mia Chiesa" (Mt. 16:18).
La Chiesa è il corpo di Cristo, Cristo ne è l'unico Signore e Capo, ma Cristo Gesù ne è pure il solo costruttore
.La struttura
La struttura della chiesa ha un fondamento ben preciso SUL FONDAMENTO CHE È LA CONFESSIONE DI FEDE IN CRISTO,
Egli stesso edifica questa  struttura.
E anche in questo caso la struttura della Chiesa non può essere quella che noi riteniamo più opportuno,…… ma ……
quella che Dio stesso ha stabilito della Sua Parola. La Scrittura dice infatti:
"…Su Cui Tutto L'edificio Ben Collegato Cresce Per Essere Un Tempio Santo Nel Signore, Nel Quale Anche Voi Siete Insieme Edificati Per Essere Una Dimora Di Dio Nello Spirito" (Ef. 2:21,22).
LA VERA CHIESA DI GESÙ CRISTO NON SI ESTINGUERÀ MAI.
  • Sarà perseguitata .
  • Sarà profanata.
  • Sarà confusa.
  • Non si vedrà per un periodo di 1000 anni in cui Gesù governerà questo mondo dal tempio di Gerusalemme.
MA…………………………….
Gesù Disse Infatti: " Le Porte Dell'inferno Non La Potranno Vincere" O, In Una Traduzione Diversa: "…Nemmeno La Potenza Della Morte Potrà Distruggerla" (Mt. 16:18 TILC).
E' una certezza. Che noi si possa essere ciò che il Signore Gesù intendeva che noi fossimo: allora la nostra esperienza di Chiesa sarà meravigliosa ed entusiasmante. E' garantito!
www.versolavita.it
Questo sito è prodotto dalla Chiesa Cristiana Evangelica - via Domenico Minichino 17 - 80147 Napoli
DATA DELLA PRIMA PUBBLICAZIONE GENNAIO 2004
Torna ai contenuti