IL SIGNORE INTERVIENE SEMPRE - VERSOLAVITA

VERSOLAVITA
CHIESA CRISTIANA EVANGELICA dei Fratelli
Via Domenico Minichino 17-80147 Napoli (quartiere di Barra)
VERSOLAVITA
Vai ai contenuti
IL SIGNORE INTERVIENE SEMPRE
Esodo 3:1 Or Mosè pasceva il gregge di Jethro suo suocero, sacerdote di Madian; e guidando il gregge dietro al deserto, giunse alla montagna di Dio, a Horeb. 2 E l'angelo dell'Eterno gli apparve in una fiamma di fuoco, di mezzo a un pruno. Mosè guardò, ed ecco il pruno era tutto in fiamme, ma non si consumava. 3 E Mosè disse: 'Ora voglio andar da quella parte a vedere questa grande visione e come mai il pruno non si consuma!' 4 E l'Eterno vide ch'egli s'era scostato per andare a vedere. E Dio lo chiamò di mezzo al pruno, e disse: 'Mosè! Mosè!' Ed egli rispose: 'Eccomi'. 5 E Dio disse: 'Non t'avvicinar qua; togliti i calzari dai piedi, perché il luogo sul quale stai, è suolo sacro'. 6 Poi aggiunse: 'Io sono l'Iddio di tuo padre, l'Iddio d'Abrahamo, l'Iddio d'Isacco e l'Iddio di Giacobbe'. E Mosè si nascose la faccia, perché avea paura di guardare Iddio. 7 E l'Eterno disse: 'Ho veduto, ho veduto l'afflizione del mio popolo che è in Egitto, e ho udito il grido che gli strappano i suoi angariatori; perché conosco i suoi affanni; 8 e sono sceso per liberarlo dalla mano degli Egiziani, e per farlo salire da quel paese in un paese buono e spazioso, in un paese ove scorre il latte e il miele, nel luogo dove sono i Cananei, gli Hittei, gli Amorei, i Ferezei, gli Hivvei e i Gebusei. 9 Ed ora, ecco, le grida de' figliuoli d'Israele son giunte a me, ed ho anche veduto l'oppressione che gli Egiziani fanno loro soffrire. 10 Or dunque vieni, e io ti manderò a Faraone perché tu faccia uscire il mio popolo, i figliuoli d'Israele, dall'Egitto'.
DIO VEDE!
Il Signore disse: ho visto, ho visto l’afflizione del mio popolo... Esodo 3:7
Dio vede tutto. Egli vede dove sei, vede in quale situazione difficile ti trovi, vede le paure del tuo cuore.
Ciò che gli altri non riescono a vedere della tua vita e ciò che forse neanche tu riesci a scorgere, Dio lo vede, lo conosce perfettamente.
Egli non soltanto vede il problema, ma anche la via d’uscita, la soluzione e desidera guidarti affinché tu possa sperimentare la Sua opera.
Non vedi miglioramenti nella situazione nella quale ti trovi?
Hai pregato il Signore, hai cercato la soluzione ma continui a non vedere miglioramenti? Non vedi la via d’uscita dal tunnel nel quale sei?
Inizia affidandoti completamente e con fede nelle mani del Signore con la fiducia che Dio, che vede tutto, opererà in tuo favore, per il tuo bene e in modo inaspettato ed Egli agirà con potenza.
Nessuno di noi sa che cosa gli riserva la giornata odierna e cosa fare in situazione particolari e difficili, ma la fede in Dio ci fa vedere l’invisibile e la risposta e la soluzione che il Signore stesso compirà per tutti coloro che ripongono in Lui la propria fiducia.
DIO ASCOLTA!
Il Signore disse: ... ho udito il grido... Esodo 3:7
Dio vede in quale situazione ci troviamo, conosce ogni cosa della nostra vita e ode anche il grido d’aiuto che si eleva a Lui dal profondo del nostro cuore. Ci sono situazioni Particolarmente difficili e dolorose che ci atterrano, ci rendono inermi, impotenti, al punto da non riuscire neanche a chiedere aiuto a Dio in preghiera. In quei  momenti eleviamo a Lui il nostro grido di dolore, di disperazione, sapendo che Lui ci ascolterà.
Dio ode sempre il grido del cuore perché vede, ascolta, conosce, ma non soltanto questo: Egli è disposto e pronto ad operare con potenza.
Rivolgiamoci al Signore e gridiamo a Lui con tutto il tuo cuore. Dio non mancherà di udire il grido del  nostro cuore, ascolterà la nostra preghiera e risponderà alla nostra richiesta  intervenendo in tnostro favore come nessuno potrà fare.
DIO CONOSCE!
Il Signore disse: ... conosco i suoi affanni  Esodo 3:7
Dio vede, ode e conosce gli affanni, le sofferenze e le afflizioni del nostro cuore.
Egli conosce ogni cosa di tutti.
Non c’è sentimento, pensiero, azione che il Signore non veda e non conosca.
Ci sono cose che l’uomo vorrebbe tenere nascoste perché se conosciute provocherebbero imbarazzo, problemi, conseguenze anche gravi.
Ci sono altre cose, invece, che si vorrebbero far sapere ma manca l’occasione, la disponibilità ad ascoltare o la capacità di far ben comprendere quello che c’è nel proprio cuore, nella propria mente.
Questo per quanto riguarda gli uomini, per quanto riguarda Dio, invece, Egli conosce tutto. La conoscenza di Dio è più che una semplice consapevolezza sullo stato, indica la Sua partecipazione al dolore, la Sua volontà di fare del bene. Che cosa c’è in questo momento nel tuo cuore? Dolore? Paura? Preoccupazione? Dio conosce i tuoi affanni e sicuramente continuerà a prendersi cura di te, ad operare in tuo favore, soltanto continua ad avere fede in Lui e a sperare nel Suo intervento.
DIO È VICINO!
Il Signore disse: ... sono sceso... Esodo 3:8
L’immagine di un Dio lontano, disinteressato alla Sua creatura e pronto a punire tutti coloro che sbagliano, non corrisponde assolutamente alla verità. L’uomo si trova lontano da Dio perché lui si è allontanato dal suo Creatore. Il peccato, le cadute, le offese, le avversità fanno scendere nel baratro della sofferenza, della solitudine, della disperazione e allontanano da Dio. Chi si trova in una condizione di grande dolore e sofferenza, per quanto cerchi di risalire la china con le proprie forze o sperando nell’aiuto degli altri, si troverà sempre nella palude della difficoltà. Le parole del testo della meditazione di oggi sono una preziosa e importante garanzia che Dio stesso ci dona: “Sono sceso”! È Dio che in Cristo è sceso fino a noi. Non c’è baratro troppo profondo nel quale tu sia caduto da non poter essere raggiunto dall’amore di Dio. Afferra per fede la mano del Signore e Lui ti eleverà in alto e porterà la tua vita sulla Roccia che è Cristo Gesù il Signore.
DIO LIBERA!
Il Signore disse: ... sono sceso per liberarlo ... Esodo 3:8
L’uomo, chiunque egli sia, si trova spesso nella trappola di errori commessi, torti subiti, difficoltà improvvise, malattie gravi e tutto questo finisce con l’imprigionare la sua vita in situazioni particolarmente difficili, intricate e dolorose. Ci sono poi paure, pensieri e ansie che possono diventare un laccio per la mente e un legame per il cuore. La vera libertà è operata da Dio che scende fino alla Sua creatura che si trova in una condizione di prigionia per liberare l’uomo da qualsiasi legame. Se ti trovi legato da qualcosa e nel tuo cuore c’è paura e scoraggiamento, invoca il Signore con tutto il tuo cuore affinché Egli ti aiuti e ti liberi spezzando ogni catena. Dio non ti deluderà, non ti abbandonerà, ma si avvicinerà a te per confortarti e per sciogliere ogni legame. Anche oggi avrai il privilegio di avere il Signore al tuo fianco e sperimentare la Sua opera potente di liberazione perché tu possa essere libero di onore e servire Dio.
DIO ELEVA!
Il Signore disse: ... per farlo risalire ... Esodo 3:8
Sulle spalle dell’uomo si possono poggiare pesi insopportabili che finiscono per schiacciarlo. Per quanto possiamo essere appesantiti, se ci rivolgiamo al Signore e invochiamo il Suo aiuto, non ci sarà peso che possa farci sprofondare nel baratro della disperazione. Non esiste fardello che il Signore non possa rimuovere dalla nostra vita. Se in questo momento ti trovi in basso perché sei scivolato in quella condizione di sofferenza e credi con tutto il cuore alla Parola di Dio, per fede speri nell’adempimento delle Sue promesse, Dio ti farà risalire con la Sua potenza! Anche se stai attraversando il periodo più difficile della tua vita e hai perso ogni speranza, inizia questa nuova giornata arrendendoti al Signore, riponendo la tua fiducia nelle Sue promesse ed Egli ti eleverà al di sopra delle circostanze avverse e realizzerai in modo speciale la Sua dolce presenza e il Suo prezioso sostegno. Da oggi il Signore più segnare un nuovo inizio per la tua vita, elevandoti da quella situazione nella quale ti trovi.
www.versolavita.it
Questo sito è prodotto dalla Chiesa Cristiana Evangelica - via Domenico Minichino 17 - 80147 Napoli
DATA DELLA PRIMA PUBBLICAZIONE GENNAIO 2004
Torna ai contenuti